Qualsiasi strumento meccanico noi utilizziamo può avere risultati migliori o qualità migliore.

Cosa distingue una protesi di ginocchio migliore?

Per quanto riguarda il risultato sicuramente la durata nel tempo, l’assenza di dolore nel post operatorio (dipendente dalla protesi) e la mobilità, nonché la stabilità dell’articolazione.

Sono tutti fattori che dipendono ampiamente dalla tecnica operatoria, cioè dall’abilità del chirurgo nel posizionare la protesi e nel fare le resezioni dell’osso e dei tessuti molli (cute, legamenti, muscoli) al momento dell’intervento.

Sulla durata nel tempo esistono registri nazionali che ci dicono quale modello statisticamente dura di più ma, misurando la durata minima a 10 anni, parliamo sempre di modelli vecchi o perlomeno in uso da molti anni.

Facendo paragoni in campo automobilistico avrete notato che certi modelli di autovetture scompaiono nel tempo più di altre….è facile vedere una Honda o una Subaru di 15 anni, più difficile vedere altre coetanee sopravvissute!

Un altro parametro è la qualità dei risultati ottenibili e qui bisogna dire che le protesi più recenti che assomigliano di più al ginocchio naturale sono un po’ tutte vicine almeno per quanto riguarda le marche più diffuse.

In queste due foto sotto abbiamo una protesi, non più in produzione, di qualche anno fa; si può notare che la parte femorale (quella cromata) è simmetrica, cioè le due parti del femore sono uguali; il piatto tibiale sotto inoltre si stacca con facilità dalla componente in polietilene che è quasi piatta.

In queste altre due foto sotto una protesi più recente: lo scudo femorale è asimmetrico, cioè più anatomico e più simile a quello umano, il polietilene è differente e più congruente alla forma del femorale e la chiglia, la parte inferiore della tibia è più piccola.

Costano di più le protesi più moderne e performanti?

Sicuramente sì, ma ne vale la spesa.

Quindi quando parlate con il vostro chirurgo ortopedico della protesi che impiegherà per il vostro ginocchio, fate come per le auto.

Chiedetegli marca e modello e poi andate a vedervele almeno in foto o sul sito della casa costruttrice, ma attenzione, sui cataloghi sono tutte belle!