E’ recentemente uscito un articolo scientifico in meta-analisi (cioè la somma dei risultati di tutti i lavori sull’argomento) che riguarda l’uso della fascia ischemica nelle protesi di ginocchio.

Una fascia ischemica è un sistema di compressione della coscia che blocca il flusso sanguigno durante l’intervento per facilitare una visione più pulita del campo operatorio, viene usato dalla maggior parte dei chirurghi durante l’intervento di protesi di ginocchio.

In questo articolo emerge chiaramente che tutti gli studi scientifici evidenziano una maggior incidenza di complicanze legate all’uso della fascia ischemica.

Le tromboflebiti post operatorie sono praticamente assenti nei pazienti operati senza fascia ischemica, mentre in quelli che subiscono l’interruzione della vascolarizzazione durante l’intervento con la fascia sono una complicanza possibile, la perdita di sangue non diminuisce con la fascia.

Cosa significa protesi mini invasiva vera? (a questo link maggiori dettagli)

Incisione più piccola, max 10 cm, accesso chirurgico senza tagliare muscoli ma spostandoli, in questo caso il quadricipite che rimane intatto, non invasione del femore con strumenti intramidollari (responsabili di possibile embolia adiposa).

Il risultato è che l’intervento di artroprotesi di ginocchio, eseguibile in questo modo solo dai migliori chirurghi di ginocchio, rimane una procedura intrarticolare, cioè dentro l’articolazione e non coinvolge come danno chirurgico il resto dell’arto inferiore, e del corpo.

Ulteriore vantaggio, la minore perdita di sangue e niente trasfusioni ematiche.

E’ possibile consultare l’intero articolo: YuangLiu et.al. “More pain and slower al recovery when a tourniquet is used durin total knee arthroplasty, Knee Surgery, Sports traumatology, Arthroscopy (2020) 28:1842-1860.